Marmo Tennessee: la roccia rosa degli Stati Uniti

Marmo Tennessee - Colori, caratteristiche e cave

Il marmo Tennessee è un pietra calcarea che si trova esclusivamente nel Tennessee dell’est, negli Stati Uniti sudorientali. Il suo colore rosato e la facilità con cui questa pietra viene levigata l’hanno fatta apprezzare da molti costruttori e architetti.

Il marmo Tennessee è stato utilizzato per la costruzione di molti monumenti famosi negli Stati Uniti e in architettura è perfettamente adatto sia per progetti interni che esterni.

Il marmo Tennessee non è esattamente un marmo, ma in realtà è classificato come calcare poiché non si tratta di una pietra metamorfica, bensì sedimentaria. Tuttavia, la sua natura cristallina lo rende molto simile al marmo, soprattutto quando viene lucidato.

Marmo Tennessee

Storia del marmo Tennessee

Il marmo Tennessee ha iniziato a formarsi oltre 400 milioni di anni fa. Piccole creature marine fossilizzate e altro materiale organico sono stati compressi insieme dalle antiche maree oceaniche contro il bordo occidentale di quelli che oggigiorno sono i Monti Appalachi. Ecco perché, anche quando lucidato, il marmo Tennessee conserva una texture fossilifera con una notevole presenza di linee orizzontali dentellate grigie o nere, note come “stiloliti”, formatesi durante i processi naturali di dissoluzione del calcare.

Utilizzi del marmo rosa Tennessee

Il marmo Tennessee era comunemente utilizzato nella contea di Knox come materiale da costruzione per case, chiese, scuole e altri edifici tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo. Non così comune oggi, il marmo Tennessee è comunque una pietra molto apprezzata dai costruttori alla ricerca di autenticità, stabilità e bellezza.

Il marmo Tennessee può essere utilizzato per svariati tipi di progetto ed è considerato estremamente versatile e durevole per applicazioni interne o esterne. Tra gli usi più tipici citiamo pavimentazioni, bagni, davanzali e ristrutturazioni storiche.

Il rosa è sicuramente la tonalità più nota del marmo Tennessee tanto da essere chiamato anche marmo rosa del Tennessee. Tuttavia, la pietra si presenta anche in grigio, marrone scuro (noto come marmo cedro del Tennessee) e sfumature variegate. Tra i motivi che rendono questa pietra apprezzata dai costruttori, oltre ai suoi colori estetici, c’è la sua durevolezza, la facilità con cui viene levigata e il fatto che la pietra è praticamente antimacchia.

L’estrazione di piastrelle e marmo Tennessee iniziò alla fine del XVIII secolo e si intensificò notevolmente soprattutto durante il XX secolo. L’attività estrattiva del marmo Tennessee è sempre rimasta localizzata principalmente nelle contee di Knox, Blount, Loudon, Union e Hawkins.

Il marmo Tennessee è stato utilizzato nella costruzione di numerosi monumenti ed edifici famosi in tutti gli Stati Uniti: solo per citarne uno, il Campidoglio degli Stati Uniti.

L’uso del marmo Tennessee è diminuito sensibilmente dopo la Seconda guerra mondiale, quando sono diventati comunemente disponibili materiali da costruzione a minor prezzo.

Estrazione del marmo rosa Tennessee

Negli anni ’50, solo cinque aziende di marmo Tennessee e le relative cave rimasero attive. Tuttavia, la pietra ha continuato a essere prodotta su scala minore. La Tennessee Marble Company, fondata nel 1993, è attualmente l’unico grande produttore di marmo Tennesseee non esiste altra fonte per quantità significative di questa pietra.

Il marmo rosa del Tennessee è abbondante, ma si trova solo nel Tennessee orientale. Con molti progressi nell’estrazione, nella tecnologia di fabbricazione e nelle attrezzature sviluppate negli ultimi decenni, il marmo Tennessee è ora più facilmente disponibile e sta diventando una pietra di scelta per l’abbellimento del paesaggio e la realizzazione di piastrelle, rivestimenti per camini, pareti, controsoffitti, lastre, monumenti e molto ancora.

 

Credits
Foto 1 e foto 2 di Brian Stansberry, pubblicate con licenza CC BY 3.0

Articoli che potrebbero interessarti
Marmo Portoro
Marmo Portoro: il marmo nero e oro italiano di Portovenere

Il marmo Portoro, o di Portovenere, è una pregiata varietà di marmo italiana proveniente dal bellissimo Golfo dei Poeti, nella provincia ligure di La Spezia, ed è uno dei più belli tra i marmi pol[...]

Marmo Verde Guatemala
Marmo verde per rivestimenti: Verde Guatemala, Verde di Prato, Verde Alpi, Onice Verde e Granito

Il marmo verde viene utilizzato nei rivestimenti interni ed esterni di pavimenti e pareti di case, bagni e cucine, per dare quel tocco di colore verde chiaro o scuro che evoca eleganza, richiamando la[...]

marmo
Marmo

La parola “marmo” deriva dal greco marmaros e significa letteralmente “pietra splendente”. Fin dall’antichità, infatti, questa roccia veniva apprezzata enormemente per la sua luminosità in[...]

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva