Doriforo di Policleto

doriforo

Il Doriforo di Policleto rappresenta un vertice ineguagliabile dell’arte scultorea antica, incarnando l’ideale di bellezza e proporzione che ha dominato la cultura greca e influenzato profondamente l’arte occidentale nei secoli a venire.

Creato nel V secolo a.C., questo capolavoro è stato concepito non solo come un’opera d’arte di straordinaria bellezza ma anche come una manifestazione fisica dei principi matematici e filosofici che regolano l’universo. Policleto, attraverso il Doriforo, ha introdotto il concetto del “canone”, una serie di proporzioni ideali per il corpo umano che mirava a raggiungere un equilibrio perfetto tra simmetria e realismo.

Questa scultura, raffigurante un giovane atleta o guerriero in posa contrapposta, non è soltanto un trionfo estetico; è anche una testimonianza della ricerca incessante degli antichi Greci verso l’armonia universale, riflettendo la loro convinzione che la bellezza fosse uno specchio delle leggi immutabili che governano il cosmo.

Il Doriforo di Policleto rimane così uno dei più sublimi esempi dell’abilità degli scultori greci nel combinare tecnica, scienza e filosofia per creare opere di impareggiabile grazia e significato.

Le Origini e la Storia del Doriforo

Il Doriforo rappresenta una pietra miliare nell’arte della scultura greca, essendo uno dei capolavori di Policleto, un celebre scultore del V secolo a.C. Quest’opera è emblematica dell’ideale di perfezione fisica e proporzionale che animava l’arte greca classica.

Il Doriforo, che significa “portatore di lancia”, era originariamente concepito come una statua in bronzo, anche se oggi ci è noto principalmente attraverso copie romane in marmo. L’intento di Policleto era quello di creare un’opera che incarnasse i suoi principi estetici, basati sull’armonia delle proporzioni e sulla simmetria, come delineato nel suo trattato, il “Canone”, oggi perduto ma conosciuto attraverso riferimenti storici.

La statua rappresenta un guerriero o forse un atleta nell’atto di camminare, con una postura che esprime al tempo stesso movimento ed equilibrio, tipici dell’ideale di “contrapposto” greco.

Il Doriforo segna un punto di svolta nella storia dell’arte non solo per la sua tecnica innovativa ma anche per l’influenza che ha esercitato sullo sviluppo della scultura classica e su quella successiva, sino all’epoca moderna.

Analisi delle Proporzioni e dello Stile

Il Doriforo di Policleto rappresenta un’epoca in cui l’arte greca iniziava a esplorare la perfezione delle forme umane attraverso un rigore scientifico. Questa statua, ritenuta una delle più raffinate espressioni del classicismo greco, incarna l’ideale di bellezza maschile ed è celebre per le sue proporzioni armoniose.

Policleto stesso scrisse il “Canone”, un trattato che descriveva le proporzioni ideali del corpo umano, e il Doriforo ne è la perfetta illustrazione. Con una posizione che suggerisce movimento pur rimanendo statica, la statua segue la formula detta “chiasmo“, con il peso del corpo distribuito in modo tale da creare un senso di equilibrio dinamico.

Le proporzioni del Doriforo non sono solo corrette matematicamente ma seguono anche un ideale estetico che mira alla perfezione visiva. Lo stile, con il dettaglio accurato dei muscoli e dei capelli, mostra una conoscenza approfondita dell’anatomia umana, evidenziando al contempo l’abilità artistica nel trasmettere la vitalità e l’energia del soggetto rappresentato.

Il Doriforo di Policleto è dunque un punto di riferimento non solo per gli artisti dell’antichità ma anche per quelli delle epoche successive, influenzando profondamente lo sviluppo dell’arte occidentale.

L’Influenza del Doriforo nell’Arte Classica e Moderna

L’influenza del Doriforo di Policleto sull’arte classica e moderna è indiscutibile. Questa scultura, raffigurante un atleta idealizzato, è diventata un punto di riferimento nel mondo dell’arte per le sue proporzioni perfette e la sua postura equilibrata, simbolo dell’armonia e della bellezza ideale secondo i canoni dell’antica Grecia.

La figura del Doriforo ha esercitato un fascino duraturo sui movimenti artistici successivi, influenzando non solo l’arte greco-romana ma anche il Rinascimento, dove artisti come Michelangelo e Leonardo da Vinci hanno cercato di emulare la perfezione delle sue proporzioni nelle loro opere.

Anche nei periodi successivi, l’impronta del Doriforo può essere vista in varie forme d’arte che si rifanno alla ricerca della bellezza ideale attraverso l’equilibrio e l’armonia delle forme. La trascendenza delle sue qualità estetiche ha permesso al Doriforo di Policleto di rimanere un modello imprescindibile nello studio dell’arte figurativa, testimoniando come alcuni ideali di bellezza possano attraversare i secoli influenzando artisti di ogni epoca.

Riproduzioni e Copie Attraverso i Secoli

La fama del Doriforo di Policleto non si è limitata all’antica Grecia, ma ha attraversato i secoli influenzando l’arte e l’estetica delle successive generazioni. Dall’epoca romana fino al Rinascimento, passando per il Neoclassicismo, le riproduzioni e le copie del Doriforo hanno costantemente dimostrato la persistente ammirazione per quest’opera.

Le copie romane in marmo, tra cui spicca quella conservata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, sono testimonianze preziose che ci permettono oggi di apprezzare la maestria di Policleto nella scultura originale, andata perduta. Nel Rinascimento, artisti come Michelangelo e Leonardo da Vinci studiarono le proporzioni del Doriforo, vedendovi un modello di perfezione fisica e armonia.

Anche nell’epoca moderna, l’influenza del Doriforo persiste nelle accademie d’arte e tra gli scultori che cercano nell’antichità classica ispirazione per le loro opere. Queste riproduzioni non sono semplici imitazioni ma reinterpretazioni creative che riflettono il cambiamento dei valori estetici e culturali attraverso i secoli, dimostrando così l’universalità e la timelessita dell’ideale di bellezza incarnato dal Doriforo.

 

Foto di Elliott Brown con licenza CC BY 2.0 DEED

Articoli che potrebbero interessarti
bagni in marmo
Bagni in Marmo: idee e consigli per un bagno moderno.

I bagni in marmo sono un classico esempio di raffinatezza ed eleganza all'interno della casa. Da sempre questo materiale è usato  per abbellire monumenti e oggi lo troviamo adattarsi a molti stili: [...]

montagna con nuvole - collezione nuvole
Marmo, una delle pietre più usate in edilizia e arredamento

Il Marmo è  sicuramente una delle pietre pregiate più utilizzate in edilizia. Sempre di più la clientela è orientata verso questo tipo di pietra per il rivestimento di molte e diverse tipologie d[...]

Agglomerato di marmo o marmo vero
Agglomerato di marmo tecnico o marmo vero: differenze e caratteristiche

La scelta dei materiali lapidei è un argomento molto importante quanto vasto e delicato. Quando si tratta di decidere quale sia il miglior rivestimento su cui investire, entrano in gioco diversi fatt[...]

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva