Marmo Giallo Siena: tipologie e caratteristiche di una pietra italiana dal colore intenso

marmo giallo siena

Il marmo Giallo Siena è una pietra dal fondo prevalentemente giallo scuro, con venature che spaziano dall’avorio al giallo chiaro. È apprezzato fin dall’antichità ed è da sempre utilizzato nei rivestimenti e nella realizzazione sia di oggetti decorativi che di gioielli.

marmo giallo siena

Caratteristiche del marmo Giallo Siena

Il marmo Giallo Siena è una pietra naturale tra le più conosciute d’Italia. Tra le varie tipologie che vengono estratte, quella più caratteristica presenta un colore giallo ocra abbastanza intenso, dovuto principalmente alla presenza nel marmo di ossidi di ferro, in particolare sotto forma di minerali quali goethite e limonite.

Il termine ocra infatti, deriva dal greco e significa proprio giallo, mentre in mineralogia designa un pigmento ottenuto dalla lavorazione di varietà terrose di limonite ed ematite.

Generalmente il fondo di questa roccia metamorfica è giallo intenso ma può variare verso un giallo più spento, interrotto da venature e chiazze che spaziano dal giallo più chiaro, tendente al bianco e grigio o addirittura molto scuro, come il tipico colore terra di Siena.

Marmo Giallo Siena: le tipologie

Nel territorio della Montagnola Senese vengono estratte varie tipologie di rocce carbonatiche originate da calcari marini nel periodo del Giurassico inferiore, ovvero circa 200-175 milioni di anni fa, tra cui alcune dal tipico colore giallo Siena.

Vediamo nel dettaglio le varianti di giallo di questa pietra molto apprezzata per il colore caldo e solare.

Marmo Giallo Siena – Giallo Broccatello

Il Giallo Broccatello, conosciuto anche come Giallo Antico, è la varietà più pregiata di marmo Giallo Siena. I suoi colori sono molto profondi e l’aspetto è tipicamente brecciato. Le venature variano dal giallo scuro, al violaceo, fino al terra di Siena e disegnano sullo sfondo dei motivi unici e dalle forme interessanti e inusuali.

Nuvolato Etrusco

Chiamato anche marmo Breddolato o marmo Blu-Dorato, si presenta con un fondo grigio blu, con venature dal color ocra molto deciso, dovute alla presenza di composti di limonite, dall’aspetto simile a crepe.

Giallo Ocra, o marmo Giallo Siena Classico

Si tratta della varietà di marmo Giallo di Siena più conosciuta e spesso viene identificato col nome Giallo Siena Classico. La sfondo presenta una colorazione giallo ocra tendenzialmente uniforme, con variazioni verso sfumature più chiare e più scure. Le venature sono decisamente presenti, di colore giallo più scuro, con possibile presenza di chiazze avorio tendente al bianco.

Giallo Venato

Il Giallo Venato ha un colore di fondo giallo più chiaro, molto meno intenso rispetto al Giallo Ocra, con venature che possono variare dal color ocra fino a una tonalità più scura, che creano con lo sfondo un effetto a contrasto molto deciso.

Giallo Avorio

È un marmo dal colore ancora più delicato rispetto al Giallo Venato, dal fondo leggermente più chiaro e uniforme. Le venature sono presenti con tonalità variabile dal giallo chiaro al giallo scuro tendente al marrone.

Per approfondire nel dettaglio l’argomento dei marmi estratti nella Montagnola senese, rimandiamo allo studio della Dott.ssa Sonia Mugnaini, reperibile sul sito web del Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici di Siena.

Utilizzi del marmo Giallo Siena

utilizzi marmo giallo siena - colonne interne

Il marmo Giallo Siena è una pietra perfettamente adatta ad essere utilizzata in progetti di architettura contemporanei. Pertanto viene comunemente utilizzata per rivestimenti di pareti, pavimenti e di scale, come materiale per la costruzione di arredamento come lavandini, top bagno, cucina e docce, come oggettistica o può essere impiegato in intarsi e opere scultoree. Per creare un effetto dal marcato contrasto visivo, si può abbinare al giallo Siena un marmo scuro come il marmo Portoro.

Si pensa che l’utilizzo del marmo Giallo Siena in ambito architettonico, costruttivo e artistico abbia origine antica, probabilmente in epoca romana.

I marmi estratti nella zona di Siena sono stati utilizzati da secoli in prestigiosi progetti architettonici come il Duomo di Siena, la Reggia di Caserta, il Duomo di Firenze e di Orvieto.

Le cave di marmo Giallo Siena

L’estrazione del marmo Giallo Siena avviene principalmente nel complesso collinare della Montagnola senese, una zona dal terreno prevalentemente calcareo che si estende in direzione nord-sud, indicativamente nei territori compresi nei comuni di Casole d’Elsa, Monteriggioni e Siena, fino a Sovicille, che raggiunge i 658 metri di altezza con il rilievo del Montemaggio.

L’escavazione delle varietà di marmo della Montagnola senese è particolarmente difficoltosa poiché si tratta di un sito di interesse regionale, in cui la conformazione di queste tipologie di pietre, caratterizzate dalle tipiche fratture riscontrabili nelle venature che caratterizzano il marmo di Siena, comporta l’estrazione di blocchi spesso disomogenei o di ridotte dimensioni, oltre che di materiale informe.

Articoli che potrebbero interessarti
Agglomerato di marmo o marmo vero
Agglomerato di marmo tecnico o marmo vero: differenze e caratteristiche

La scelta dei materiali lapidei è un argomento molto importante quanto vasto e delicato. Quando si tratta di decidere quale sia il miglior rivestimento su cui investire, entrano in gioco diversi fatt[...]

vasca circolare in marmo rosso levanto
Marmo Rosso Levanto: Caratteristiche e le Cave

Il marmo rosso Levanto, o semplicemente rosso Levanto, è una varietà di marmo italiana dalla colorazione rosso-violacea già utilizzato dai Romani per la realizzazione di colonne, pavimenti e rivest[...]

Marmo Verde Guatemala
Marmo verde per rivestimenti: Verde Guatemala, Verde di Prato, Verde Alpi, Onice Verde e Granito

Il marmo verde viene utilizzato nei rivestimenti interni ed esterni di pavimenti e pareti di case, bagni e cucine, per dare quel tocco di colore verde chiaro o scuro che evoca eleganza, richiamando la[...]

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva