Differenze tra Marmo e Granito. Quale scegliere?

marmo e granito differenze

Marmo e granito differenze: in questo articolo cercheremo di fare chiarezza sulle differenze tra marmo e granito, due rocce meravigliose. Entrambe sono pietre naturali ampiamente utilizzate nel design di interni ed esterni, per arredamento moderno e rustici. Sono caratterizzati da elevata resistenza, bellezza senza tempo e versatilità: ma qual è la differenza tra marmo vs granito? Per analizzare la differenza tra marmo e granito, dobbiamo concentrarci su tre aspetti principali: differenza geologica, chimica ed estetica.

Innanzitutto, il granito è una roccia vulcanica formata da magma fuso che si è raffreddato lentamente nel tempo all’interno della crosta terrestre. Questo è il motivo per cui il granito è composto principalmente da silicati, ha una struttura a grana ed è più duro e compatto. Il marmo, invece, è una roccia metamorfica costituita principalmente da carbonato di calcio che è il risultato della sedimentazione sul fondale di vari materiali come fanghi, conchiglie, minerali e alghe che, nel tempo, a seguito di un processo di trasformazione, sono diventati un materiale indurito unico con una struttura granulare e cristallina. Per semplificare l’argomento differenze marmo e granito, possiamo dire che mentre il marmo si forma nel mare, il granito si forma all’interno della crosta terrestre.

granito rosa e nero

Essendo il granito ricco di silicati, risulta più tenace e resistente soprattutto alle sostanze acide, ai graffi, all’usura e agli agenti atmosferici. Questo è il motivo principale per cui il granito è preferito nelle applicazioni all’aperto o in luoghi dove è previsto un elevato calpestio. Eppure la lavorazione del granito non è affatto facile in quanto viene tagliato e spezzato con difficoltà e, infatti, il suo costo è mediamente superiore a quello del marmo.

Le principali differenze marmo e granito risiedono probabilmente nelle proprietà estetiche. Da un lato il granito è caratterizzato da un effetto “maculato” particolarmente riconoscibile e il suo colore è determinato dalla variazione della percentuale di minerali (quali quarzo, mica, feldspato, anfibolo, ecc.) contenuti nella pietra. Il marmo è unanimemente considerato più affascinante per le sue venature irregolari e le varietà di colori in base alle impurità presenti.

Poiché non siamo entrati nel dettaglio sulle caratteristiche chimico-geologiche del marmo, se vuoi saperne di più su questo argomento ti invitiamo a consultare l’articolo specifico sul marmo.

Differenza tra marmo e granito: come scegliere questi materiali nel design

Le caratteristiche chimico-fisiche che descrivono la differenza granito vs marmo spiegano anche l’uso di questi due materiali nel design. Il granito, essendo poco assorbente e resistente agli acidi deboli, è largamente utilizzato per la realizzazione di piani di lavoro. Il granito, inoltre, è una pietra molto dura e resistente al taglio: tutte qualità che lo rendono ottimo per l’utilizzo in cucina. Per gli stessi motivi il granito si presta perfettamente alla realizzazione di superfici pedonabili come i pavimenti. Tuttavia, per questa applicazione il granito a volte non risponde adeguatamente ai criteri estetici oggi in voga; il marmo, invece, continua ad essere il materiale preferito nella competizione dei pavimenti marmo vs granito.

marmo biancovsgranito
granito e marmo differenze
Un’altra differenza tra granito vs marmo nel design riguarda la produzione di mobili. A causa della difficile lavorabilità e del cambiamento degli standard estetici, il granito è stato utilizzato meno per la progettazione di mobili rispetto agli anni ’70 e ’80 quando invece era più popolare. Oggi, però, sembra che sia in atto un’inversione di tendenza. Questo è vero anche grazie alle nuove tipologie di finitura disponibili: con una finitura opaca, il granito opaco può adattarsi magnificamente ad arredi più contemporanei rispetto al tipico granito con finitura lucida. In conclusione, alla domanda tavolo da pranzo in granito vs marmo, la risposta del Cliente potrebbe non essere così scontata al giorno d’oggi.

Agglomerato di marmo tecnico vs granito

A volte, quando è necessario realizzare un top in granito, si propone in alternativa l’agglomerato di marmo tecnico. L’agglomerato di marmo tecnico è un prodotto industriale e una tipologia di finto marmo che si ottiene dall’unione di polvere di marmo e resina poliestere. Anche se l’agglomerato di marmo tecnico è generalmente un materiale più economico che imita bene l’aspetto della pietra naturale, è più resistente del marmo e può essere facilmente pulito, può comunque essere danneggiato (es. scheggiato, graffiato o rovinato dal calore eccessivo) e le operazioni di manutenzione o restauro sono piuttosto complicate. Quando si tratta della scelta dell’agglomerato di marmo tecnico rispetto al granito, il granito naturale è ancora l’opzione migliore in quanto è più durevole, più facile da mantenere e il suo aspetto ha un fascino che non può essere replicato artificialmente.

Top in marmo vs granito

Sempre relativamente alle differenze tra marmo e granito , un altro conflitto abbastanza comune nel design di interni è sicuramente la scelta tra piani di lavoro in marmo vs granito. Non crediamo che ci sia una scelta migliore tra i due materiali ma, al di là della loro differenza geologica e chimica, ci sono una serie di aspetti da considerare quando si tratta di top in marmo o granito. Per quanto riguarda la durabilità, entrambi i materiali sono pietre ad alta resistenza. Tuttavia, il granito è più duro del marmo e meno poroso, quindi è più difficile che venga tagliato, rovinato dal calore o macchiato. Inoltre, entrambi i materiali necessitano di regolari sigillature ma le superfici in marmo richiedono una pulizia più accurata rispetto al granito, questo per evitare di danneggiare la pietra porosa. Infine, parlando di aspetto, il marmo è unanimemente riconosciuto come il più versatile tra i due. Le caratteristiche venature del marmo sono generalmente considerate più eleganti dai designer e le infinite varietà offerte dal marmo rendono questo materiale più facilmente abbinabile a stili anche molto diversi tra loro, dal rustico e tradizionale al lussuoso e ipermoderno.

Top cucina in marmo retroilluminato

Piastrelle in marmo vs piastrelle in granito

Quando un pavimento deve essere realizzato, qual è l’opzione migliore? Piastrelle in marmo vs piastrelle in granito? Come accennato in precedenza, il granito è molto duro, resistente ai graffi e alle macchie, facile da pulire e perfetto per le aree ad elevato calpestio (il marmo non è propriamente adatto in questo caso perché potrebbe perdere lucentezza). Per quanto riguarda invece la realizzazione dei pavimenti, il marmo è una pietra che più facilmente incontra il gusto estetico di progettisti e committenti; il granito è usato principalmente per la realizzazione di top. Infine, sia le superfici in marmo che in granito sono piuttosto fredde e, a meno che il pavimento non venga posato in una zona molto calda (in tal caso marmo o granito possono essere discretamente piacevoli sotto i piedi), devono essere miscelati con altri tipi di pavimento affinché possano conferire maggiore calore. In conclusione, piastrelle in marmo vs piastrelle in granito? Qualunque cosa scegliate, entrambi sono materiali meravigliosi e ciò che è certo è che nulla può sostituire la naturale bellezza ed eleganza della pietra.

Finitura superficie di marmo

Quarzo vs granito vs marmo

Oltre all’agglomerato di marmo tecnico c’è un’altra pietra artificiale che è diventata alquanto in voga: il quarzo. Il quarzo è un materiale industriale costituito quasi interamente da quarzo naturale macinato e da una piccola percentuale di poliresina. Essendo un materiale lavorato, il quarzo offre una serie di vantaggi soprattutto nella produzione di piani di lavoro: ad esempio, è disponibile in molte varianti di colore e stile, non è poroso ed è molto resistente. D’altra parte, il quarzo non può essere esposto a calore eccessivo perché la resina può fondersi facilmente e la superficie sarà danneggiata in modo permanente. Il quarzo può replicare discretamente il granito e il marmo anche se non può essere messo sullo stesso piano dal punto di vista estetico. Quindi, quale materiale sceglierai per il tuo prossimo piano di lavoro tra quarzo vs granito vs marmo?

cosa e il quarzo

Prezzo Granito vs Marmo vs Quarzo per Controsoffitti e Pavimenti e prodotti di design

Se trattiamo il tema prezzo marmo e granito differenze, il primo nonostante i maggiori costi di lavorazione ha un prezzo generalmente più basso. Il marmo è una delle pietre naturali più costose sul mercato anche se il prezzo finale dipende da molti fattori tra cui varietà, provenienza, taglio e finitura. Tuttavia, nonostante sia una pietra artificiale, anche il quarzo è moderatamente costoso rispetto agli altri due materiali. In conclusione, parlando di costo marmo vs granito vs quarzo possiamo generalmente dire che il marmo è la pietra naturale con il prezzo medio più alto mentre il quarzo è una pietra ingegnerizzata più costosa rispetto all’agglomerato di marmo tecnico.

Foto granito 1 | Foto Granito 2

Articoli che potrebbero interessarti
marmo
Marmo: cos’è, caratteristiche e utilizzi

La parola “marmo” deriva dal greco marmaros e significa letteralmente “pietra splendente”. Fin dall’antichità, infatti, questa roccia veniva apprezzata enormemente per la sua luminosità in[...]

Marmo Verde Guatemala
Marmo verde per rivestimenti: Verde Guatemala, Verde di Prato, Verde Alpi, Onice Verde e Granito

Il marmo verde viene utilizzato nei rivestimenti interni ed esterni di pavimenti e pareti di case, bagni e cucine, per dare quel tocco di colore verde chiaro o scuro che evoca eleganza, richiamando la[...]

come lucidare il marmo 1
Come lucidare il marmo

La lucidatura del marmo è un trattamento che ha lo scopo di incrementare la luminosità della pietra soprattutto in casi in cui il pavimento in marmo risulta opacizzato o ingiallito, per esempio quan[...]

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva