marmo blu

Marmo Blu

Vendita lastre e bloccchi in Marmo Blu

Il marmo blu rappresenta forse la varietà di colore di marmo più particolare nel settore lapideo. Il marmo blu, vista la sua particolarità, è in grado di impreziosire incredibilmente l’ambiente in cui viene inserito: molti marmi blu hanno un aspetto mozzafiato, quasi come una vera e propria opera d’arte naturale. Dall’altra parte, il marmo blu non è sempre facile da abbinare. Per questo motivo, qualora si scelgano marmi blu per il proprio progetto, è altamente suggeribile farsi guidare da esperti del settore in modo tale da inserire il marmo blu con sapienza ed equilibrio e al fine di ottenere l’effetto sperato.

Caratteristiche e tipologie del marmo Blu

I marmi blu possono avere varia natura da un punto di vista petrografico: esistono i marmi blu ma anche i graniti e rocce di origine simile come la sodalite e la labradorite. Ciò che è certo è che il marmo blu tendenzialmente non è un marmo dal colore uniforme ma possiede sulla propria superfice elementi che gli conferiscono movimento e dinamismo cromatico. Il marmo blu è un marmo ricco di venature, intrusioni, puntinature, clasti o anche sfumature e tenui nuvolature. Ammirare una lastra di Blue Sky marble è come ammirare un cielo sereno e tranquillizzante con qualche nuvola sporadica ad esaltarne il colore azzurro intenso. L’Azul Macauba sembra il mare azzurro in un quadro impressionista e la brillantezza della Sodalite blu o della Labradorite blu rimanda immediatamente all’elevato valore tipico delle pietre preziose.
Generalmente, i marmi blu sono marmi dalle buone caratteristiche tecniche e che quindi possono essere installati anche in contesti outdoor o in zone sottoposte a frequente calpestio. Nella realtà dei fatti, il loro aspetto prezioso porta quasi sempre gli interior designer a utilizzare i marmi blu in contesti indoor e in situazioni in cui possano essere valorizzati ed esaltati a dovere.

marmo blu piano per bagno

Cenni storici del Marmo Blu

Seppure le pietre colorate come il marmo blu fossero state utilizzate nell’antichità a fini decorativi, esse hanno poi visto un lungo periodo di inutilizzo dal momento che il marmo per eccellenza era considerato solamente il bianco (simbolo del puro e del divino); e più il bianco era uniforme, cristallino e privo di impurità e più era raro e ricercato. I marmi colorati e in particolar modo il marmo blu hanno visto una rinascita a partire dall’epoca barocca, momento in cui viene adoperato per adornare monumenti, edifici, chiese e altre opere architettoniche con l’intento di impreziosire, abbellire e soprattutto sbalordire.

Marmo Blu nell’interior design

Oggigiorno, i marmi blu vengono impiegati in interior design prevalentemente in contesti lussuosi e progetti particolari. L’aspetto elegante e pregiato del marmo blu ricorda fin da subito le pietre preziose ed è per questo che viene installato quasi sempre a fini decorativi. Il marmo blu riesce a sorprendere con successo qualsiasi osservatore e al contempo, per via del suo colore rilassante e dei suoi effetti cromatici, è anche in grado di trasmettere sensazioni di pace e tranquillità come nessun altro tipo di marmo. Le realizzazioni più comuni del marmo blu sono i pavimenti, i rivestimenti verticali, le scale e le stanze da bagno, perlopiù in contesti moderni e minimal e in ampi spazi.

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva