Marmo Sabbiato

marmo sabbiato

La finitura sabbiata è una lavorazione marmo che mira a raggiungere un effetto naturale sulla superficie della pietra molto vicino a quello ottenuto per mezzo di lavorazioni del marmo come bocciardatura e fiammatura, ma con un costo inferiore e tempi di lavorazione molto più rapidi.

Come si ottiene il marmo sabbiato

Il marmo sabbiato viene realizzato colpendo la superficie lapidea con un getto di sabbia silicea o acciaio ad alta pressione al fine di eseguire una leggera abrasione. La portata, la velocità e la pressione degli elementi abrasivi possono essere calibrate in base all’effetto finale desiderato sulla superficie del marmo sabbiato. Un altro aspetto di fondamentale importanza risulta essere la scelta della granulometria della sabbia o della graniglia: tale scelta dipende da alcuni fattori come la durezza o altre caratteristiche tecniche del materiale lapideo da trattare e dal grado di rusticità desiderato. A titolo di esempio, su marmi chiari si predilige in genere l’uso di materiali abrasivi inossidabili: ciò al fine di evitare che eventuali residui rimasti nella pietra, a causa dell’ossidazione, possano dar vita a macchie di colore rossastro.

Successivamente alla finitura sabbiata, il marmo sabbiato viene spesso acidato, trattato cioè con un prodotto chimico che aiuta a mettere in risalto le venature della pietra.

Se da un lato la finitura sabbiata può essere eseguita anche su lastre sottili (con spessore inferiore a 3 cm), dall’altro non tutti i marmi si prestano a questa lavorazione come ad esempio le pietre particolarmente tenere o quelle che presentano molti buchi.

Usi del marmo sabbiato

Nonostante il marmo sabbiato possa essere utilizzato anche per applicazioni indoor, di solito la sua texture ruvida viene apprezzata maggiormente per installazioni all’esterno. Per l’interior design, la finitura sabbiata è più facile che venga scelta per incisioni o decorazioni su marmi e pietre, spesso accostata alla finitura marmo lucida con l’intento di creare un contrasto elegante e raffinato.

Il marmo sabbiato viene perlopiù adoperato per la realizzazione di pavimentazioni esterne, per via delle sue qualità antiscivolo. Altrimenti, è di uso comune applicare la finitura sabbiata su facciate o rivestimenti all’aperto.

In ultimo, la finitura sabbiata viene altresì impiegata per il restauro di balconi, cornici o rivestimenti esterni in pietra: questa tecnica permette infatti di pulire profondamente le superfici lapidee e di prepararle quindi a eventuali trattamenti successivi.

Segui i nostri profili social


Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva