Marmo Retroilluminato e Onice per pareti, pavimenti, lampadari e mobili

Marmo retroilluminato e onice

Una tecnologia innovativa nel campo dell’architettura contemporanea è rappresentato dall’uso del marmo retroilluminato. La luce viene posizionata in pannelli montati dietro alle lastre di marmo sottile o di onice, sfruttando le proprietà traslucide di questi materiali per creare un’atmosfera suggestiva, valorizzando la bellezza di queste millenarie pietre naturali preziose.

Lavandino in marmo retroilluminato

Collaborando con le migliori aziende specializzate nel settore dell’illuminotecnica custom, sia nel campo edile che nel settore navale, siamo in grado di applicare ogni tipo di retroilluminazione, utilizzando come fonte luminosa i pannelli backlight con tecnologia LED, grazie ai quali possiamo realizzare vari tipi di installazioni tra cui pavimenti e rivestimenti retroilluminati in pietra senza alcuna zona d’ombra, cornici con illuminazione a strip LED per illuminazione in linea con i rivestimenti, l’inserimento di punti luminosi in qualunque posizione della lastra e altre infinite soluzioni luminose.

Grazie alle esperienze maturate siamo in grado di connettere i nostri sistemi di pareti luminose a LED con qualunque impianto domotico e soprattutto di fornire assistenza in ogni parte del mondo.

Onici Retroilluminati

Le pietre naturali più utilizzati per la retroilluminazione sono gli onici. Grazie alla particolare caratteristica traslucida, questo tipo di pietra originaria soprattutto dell’Egitto, India, Messico, Iran, Turchia e Brasile, genera un effetto di luci, ombre e colori particolarmente espressivo e di forte impatto estetico.

Le proprietà traslucide di queste pietre fanno sì che l’onice illuminato da una fonte posta sul retro della lastra, assuma un aspetto decisamente più interessante, dal momento che ne vengono fortemente evidenziate le tipiche bande e venature tanto ricercate, caratteristiche di questi materiali pregiati, che vengono particolarmente apprezzate nel design di interni per l’applicazione a pareti, lampade e lampadari, top cucina e bagno, banconi da bar, lavandini, ecc.

Onici retroilluminati

I colori della pietra vengono esaltati, generando un’atmosfera magica nel contesto in cui vengono inseriti.

Dal momento che esistono onici dai colori sia uniformi, sia particolarmente eterogenei, con tonalità che variano dal bianco, grigio e nero, fino al giallo, rosso, bruno, verde, le possibilità delle applicazioni sono illimitate.

Dove si usano le pareti retroilluminate in marmo e onice?

Le lastre in marmo e onice applicate a pannelli per retroilluminazione sono un complemento d’arredo molto apprezzato da architetti e interior designer. Pareti, piani in marmo e onici retroilluminati rappresentano una scelta di grande impatto nel panorama del design di lusso.

I pannelli decorativi retroilluminati in marmo e onice sono impiegati in:

  • Banconi retroilluminati di bar e locali
  • Piani da appoggio top per cucina
  • Pareti del bagno o docce
  • Tavoli retroilluminati
  • Ante di mobili
  • Lampadari

Top cucina in marmo retroilluminato

Pareti retroilluminate a LED: come funzionano

Oggi, quando parliamo di tecnologie costruttive delle pareti di marmo e onice retroilluminate, le luci a LED rappresentano la scelta migliore nella quasi totalità dei casi, rimpiazzando le vecchie lampade a neon. L’illuminazione a led offre infatti un una luce più omogenea e consumi ridotti. Inoltre, l’utilizzo di una striscia led permette un ingombro ridotto che facilita l’installazione dei pannelli luminosi da parete, occupando uno spazio molto più limitato.

La manutenzione di una parete retroilluminata è strettamente collegata alla luce utilizzata: le pareti illuminate a led hanno una durata media che va dalle 30.000 alle 50.000 ore, con una manutenzione praticamente inesistente. La classe energetica oscilla dalla A+ alla tripla A e il montaggio avviene per la maggior parte dei casi con un profilo in alluminio, utilizzato anche per dissipare la luce in modo uniforme.

A tale scopo, per retroilluminare la lastra di pietra in modo perfettamente omogeneo, utilizziamo una tecnica di diffusione che ci permette di ottenere un aspetto eccellente e di evitare il fastidioso effetto in cui si presentano zone della lastra più o meno illuminate di altre.

Un altro interessante e piacevole aspetto dei pannelli illuminati da parete è il cambio di tonalità e di colore della luce che vivacizza e modifica l’aspetto della stanza o del locale in cui è applicato.

Pareti retroilluminate a LED in onice

Se l’installazione di marmi retroilluminati non è realizzata da professionisti esperti, possono sorgere alcuni problemi come ombre o aloni proiettati dai sistemi di ancoraggio, illuminazione non omogenea o poca trasparenza dovuta alla scelta di un materiale poco adatto.

Grazie alle nostre tecnologie e all’esperienza decennale nel settore, siamo in grado di consigliare al meglio il cliente, realizzando pareti e oggetti in marmo e onice retroilluminati dall’aspetto impeccabile, compatibilmente con le caratteristiche eterogenee delle pietre naturali.

In alcuni casi utilizziamo particolari lastre di vetro accoppiate ai marmi, ottimizzando la resa luminosa ed estetica.

Lastre di marmo retroilluminato o onice con vetro

L’incollaggio del materiale lapideo con il vetro, oltre ai benefici che è in grado di fornire in alcuni casi alla retroilluminazione,  offre anche molti vantaggi estetici e di tipo strutturale. Il vetro viene incollato alla sottile lastra di marmo tramite una pellicola PVB, poi inserito in sacchi sotto vuoto e successivamente in camere iperbariche con pressione di circa 17 bar.

La struttura in vetro rende più solido il piano che può dunque raggiungere spessori inferiori, aumentandone la penetrazione luminosa. Un marmo spesso solamente 3 o 5 millimetri possiede proprietà traslucide superiori che permettono una resa migliore dell’illuminazione.

La lastra a lavorazione conclusa ha uno spessore minimo di circa 8 mm: 3 mm per il marmo ultrasottile e 5 mm per il vetro. Per questioni di sicurezza, i pannelli di grandi dimensioni hanno uno spessore maggiore, fino ai 25 mm. In caso di installazioni destinate a luoghi pubblici, mettiamo in atto alcune soluzioni che ci permettono di rendere il luogo più sicuro, come ad esempio l’utilizzo di vetro temperato o stratificato.

Designed by
Chef Studio Pietrasanta - Grafica, Fotografia, Siti Web e Comunicazione Visiva